Palestina

Posizione, geografia e clima di Beit Sahour

sabato 27 luglio 2013
Beit Sahour si trova nel Governatorato di Betlemme (distretto amministrativo) dell'Autorità palestinese, il quale include tre grandi città (Betlemme, Beit Sahour e Beit Jala), tre campi profughi (ed-Dheisha, Ayda e al-Alza), e 65 villaggi.
location

Beit Sahour si trova nel Governatorato di Betlemme (distratto amministrativo) dell'Autorità palestinese, il quale include tre grandi città (Betlemme, Beit Sahour e Beit Jala), tre campi profughi (ed-Dheisha, Ayda e al-Alza), e 65 villaggi. Questo governatorato occupa un'area di circa 607 Km quadrati , e confina a nord con il Governatorato di Gerusalemme, a sud con il Governatorato di Hebron, il Mar Morto a est e Israele a ovest (Fig. 1). Il Governatorato è caratterizzato da una topografia varia, che comprende una serie di montagne, colline e valli di altezze differenti, un grande numero di ruscelli zampillanti stagionali, e zone selvatiche che si estendono ad est. La latitudine del Governatorato varia dai 930 metri sul livello del mare di Beit Jala fino ai 412 metri sotto il livello del mare lungo la costa occidentale del Mar Morto. 

Beit Sahour è situata approssimativamente 2 Km a est di Betlemme e confina con Gerusalemme a nord, il villaggio di Hindaza a sud, i villaggi Dar Salah e esh-Shawawra ad est e il comune di Betlemme ad ovest. Beit Sahour giace ad un'altezza di 650 metri sul livello del mare e ha una media annuale di precipitazioni pari a 450 mm.
La regione circostante è fertile, e i suoi pendii scoscesi sono terrazzati per permettere le coltivazioni agricole. Vitigni, olivi, mandorli e fichi, campi di orzo e di grano colorano il paesaggio in base alla stagione. Beit Sahour è situata in una zona di transizione particolare, tra il deserto e la regione fertile. Il suo clima è tipicamente Mediterraneo, estati particolarmente calde e asciutte, e inverni piovosi e freddi. La stagione invernale, dalla metà di dicembre alla metà di marzo, è caratterizzata da temperature fresche e da condizioni meteo di costante piovosità e nuvolosità. In estate, da maggio a settembre, il tempo è quasi sempre caldo e soleggiato. Beit Sahour ha una piovosità media di 454 millimetri all'anno, con picchi maggiori durante gennaio e febbraio. La rugiada notturna si presenta fino a 180 volte all'anno. Il paese è influenzato dalla brezza marina del Mediterraneo che si presenta quotidianamente a partire da mezzogiorno. Inoltre, Beit Sahour è anche colpita da ondate dei venti Khamaseen, caldi, secchi e polverosi, che si originano nel deserto arabo, soprattutto durante aprile, maggio e fino alla metà di giugno.

Non diversamente da molti altri paesi palestinesi, Beit Sahour ha creato un consiglio di villaggio nel 1925, uno dei primi comuni a farlo. Questo consiglio ha acquisito, nel 1952, lo status di municipio, e l'elezione del consiglio comunale è stata programmata con cadenza quadriennale. Questa disposizione è stata mantenuta fino al 1976 quando gli israeliani congelarono tutte le elezioni municipali; blocco che è durato fino al 2000. Nell'agosto del 2000, comunque, l'Autorità Nazionale Palestinese nominò un nuovo consiglio municipale, per un periodo di transizione. La prima elezione democratica si è tenuta nel 2005, quando si è insediato un nuovo consiglio di 13 membri, sotto la presidenza di Mr. Hani Al-Hayek. A causa delle crisi politiche nazionali e regionali, l'elezione che doveva svolgersi nel 2009 è stata posticipata numerose volte, e di conseguenza il consiglio municipale eletto nel 2005 mantiene ancora le proprie responsabilità politiche. Il municipio è responsabile per la pianificazione urbanistica, lo sviluppo infrastrutturale e altri vari servizi effettuati dai propri impiegati. Comunque - malgrado la creazione dell'Autorità Nazionale Palestinese nel 1994 - gli israeliani ancora controllano il piano generale della città ed esercitano il pieno controllo civile e di sicurezza su il 47,2% del territorio della municipalità (Area C), avvalendosi di ufficio amministrativo israeliano in Betlemme. 

Europe Aid Cooperation Office
Questa pubblicazione è stata realizzata con il contributo dell'Unione europea. I contenuti di questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità dei membri del consorzio del progetto ARCHEOMED e non può in alcun modo essere considerate il punto di vista dell'Unione europea.