Palestina

Shepherds' Fields

Le strade che scendono ad est di Betlemme conducono attraverso il paese per lo più cristiano di Beit Sahour (o Sahur Bait), che comprende il Campo dei Pastori: i campi identificati fin dai tempi antichi con i pastori che hanno visto la Stella della Natività.
Shepherds' Fields Sanctuary

Storia

E c'erano dei pastori che vivono nei campi vicini, facevano la guardia al loro gregge durante la notte. Un angelo del Signore si presentò davanti a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce, ed erano terrorizzati. Ma l'angelo disse loro: «Non abbiate paura. Ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo." (Luca 2:8-10)

I fertili campi di Beit Sahour sono ritenuti in cui questa scena biblica ha avuto luogo. Ci sono due posizioni rivali per il sito esatto, una pista da greco-ortodossi e l'altra dai francescani. Entrambi i siti sono stati scavati, e ci sono state chiese e monasteri su entrambi i siti dal 4 ° secolo o precedenti.

Questo sito interessato prima i pellegrini cristiani, nel 384 la pellegrina Egeria è stata mostrata la chiesa intitolata "Ai pastori" in una valle vicino a Betlemme. Lei ha riferito, "Un grande giardino è lì adesso, protetto da un muro pulito tutto intorno, e c'è anche una grotta molto splendida, con un altare." Il pellegrino Arculfo osservato nel 670 che il sito era "a circa un miglio ad est di Betlemme." Il sito ortodossa sembra corrispondere meglio con i conti Egregia e di Arculfo.

Questa zona è anche creduto di essere dove l'ebraico matriarche Ruth e Naomi raccolte nei campi dietro i mietitori nel loro cammino verso Betlemme da Moab (Ruth 2-4). Ruth sposa Boaz, e sono diventati genitori di Oved, il padre di Jesse. Jesse era il padre di re Davide, che era nato a Gerusalemme. Così Betlemme divenne noto come la "Città di Davide" ed è stato previsto che il Messia sarebbe nato lì (Michea 5:1-5).

Cosa vedere

Il sito greco-ortodosso di Campo dei Pastori è Kanisat al-Ruwat in mezzo ai campi 2 km a sud est di Betlemme. Le rovine di al-Ruwat includono una grotta utilizzata come chiesa del quarto secolo, di cui la volta a botte tetto (5 ° secolo), ancora sopravvive. Si accede da una rampa di 21 gradini e ha tre absidi con tracce di affreschi e di mosaici di età. Il pavimento a mosaico comprende croci, e quindi deve precedere 427, quando questo era proibito come empia.

La chiesa di al-Ruwat servito la comunità ortodossa dal 5 ° secolo al 1955. E 'l'unico quinto secolo, la chiesa fuori di Gerusalemme per sopravvivere intatto. Sopra di esso una cappella bizantina è stato costruito, ed era a sua volta sostituita da una chiesa più grande, che fu poi distrutta nel 614. Esso e un monastero furono ricostruiti nel 7 ° secolo e sopravvisse fino al 10 ° secolo. Oggi, una nuova chiesa di grandi dimensioni è stato costruito, il 4 ° secolo, la chiesa inferiore è stata restaurata, ed i resti della chiesa superiore e il monastero sono stati conservati.

Circa 600 metri a nord di al-Ruwat è il sito dei cattolici romani (Francescani) identificano come il Campo dei Pastori, a Khirbat Siyar al-Ghanim. Qui c'è una grotta naturale o basso riparo sotto roccia in un ambiente piacevole e con una bella vista sulle colline. La grotta, con tetto annerito di fuliggine, è stato in parte chiuso per fare una cappella moderna. Sopra è una chiesa moderna (1954) a forma di tenda e decorato con un angelo di bronzo.

A nord ci sono le rovine di un monastero fondato rettangolare su un sito occupato da pastori nomadi nel 1 ° secolo. Una prima fase è datato alla fine del secolo quarto al quinto secolo e una seconda fase (che ha usato le pietre da l'abside originale della Chiesa della Natività), al 6 ° secolo. Solo l'abside della chiesa sopravvive, e un grande architrave decorato con croci. Il monastero aveva torchi, da forno, cisterne e penne animali. Gli studiosi tendono a credere che questo non era probabilmente il luogo descritto da Egregia, ma semplicemente uno dei tanti monasteri bizantini del deserto della Giudea. Potrebbe essere stato in cui Palladio iniziò la sua vita monastica con i taumaturgo Posidonio a 419. Non è stato rioccupato dopo essere stato distrutto dai Persiani nel 614.

C'è anche un terzo sito, che non ha resti antichi. La YMCA di Beit Sahour, a est del centro della città sul lato nord della strada, è dove molti protestanti commemorano Fields Pastori. C'è un boschetto di pini, una grotta, e una vista (non eccezionale) verso Gerusalemme e il deserto.

Interessante è anche vicino ad un piccolo monastero murata a Khirbat Abu Ghunain, situata a circa 3 km a nord-est di Betlemme. Una chiesa con una sola abside si trova sul lato nord del monastero, che può essere quella di Fotino-Marino, fondata nel 5 ° secolo dai fratelli Marino e Lukas, discepoli di Eutimio. Questo è uno dei molti monasteri bizantini fondati nella zona, c'è un altro 2 km a nord-est di Betlemme, a Bir al-Qutt. Si tratta di un complesso più grande, con una chiesa sul lato nord, datata al 6 ° secolo e con iscrizioni georgiani che indicano una dedica a San Teodoro.

Europe Aid Cooperation Office
Questa pubblicazione è stata realizzata con il contributo dell'Unione europea. I contenuti di questa pubblicazione sono di esclusiva responsabilità dei membri del consorzio del progetto ARCHEOMED e non può in alcun modo essere considerate il punto di vista dell'Unione europea.